08/06/2017 12:56:49

comunicati

Democrazia paritaria, il Trentino si vuole distinguere in negativo

Cgil Cisl Uil: la maggioranza sia coerente e solleciti i propri parlamentari a rispettare le quote rosa
“Distinguersi dal resto d’Italia per essere gli unici territori in cui non si applicano i principi della democrazia paritaria è veramente imbarazzante e non rispettoso, ancora una volta, del sentire di buona parte della nostra comunità, delle cittadine e dei cittadini che credono che una democrazia compiuta si basi anche sul riconoscimento delle pari opportunità tra uomini e donne”. I segretari di Cgil Cisl Uil del Trentino non nascondono la loro delusione per l’emendamento alla legge elettorale votato ieri in Commissione alla Camera che di fatto, attenua solo per i nostri territori la regola che introduce l’obbligo del rapporto 60 a 40 per le candidature maschili e femminili nelle liste elettorali. “A poco meno di un mese dalla bocciatura in consiglio provinciale della proposta di legge sulla democrazia paritaria ci tocca di assistere ad un altro sconfortante passo indietro. Questa volta, però, non per mano delle opposizioni che bloccarono in aula la legge trentina, ma per volere di due senatori delle forze di maggioranza – sottolineano con rammarico Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti -. A questo punto è un fatto di coerenza: i partiti di maggioranza facciano sentire la loro voce con i propri parlamentari e facciano rispettare quell’impegno a proseguire sulla strada del riconoscimento delle pari opportunità. Questo passo indietro è inaccettabile e, se non corretto, sarà la dimostrazione dell’ipocrisia con cui anche i partiti di centrosinistra trentina credono in questo principio di civiltà democratica”.



quest'articolo è stato letto 130 volte

In evidenza


LAVORO.
"Nessuno sarà lasciato solo"

"Politiche attive?
Le 10 cose che devi sapere"

POLITICHE ATTIVE piegevole

PENSIONI: I punti dell'accordo
Il video fa parte della Campagna informativa della Cisl sull'accordo Governo-sindacati siglato il 28 Settembre 2016



APPROVATO
IL CODICE ETICO DELLA CISL

Il 16 dicembre 2015 il Consiglio generale nazionale ha approvato il Codice Etico della Cisl.




DOVE SIAMO



via Degasperi, 61
38123 Trento (TN)
tel. 0461 215111
fax 0461 237458

Scrivici: contatti


Visualizza CISL DEL TRENTINO in una mappa di dimensioni maggiori