01/06/2011 10:01:41

assemblee

RECEPITO INTEGRALMENTE IL NUOVO MODELLO CONTRATTUALE

IMPRESE DI PULIZIA, RINNOVATO IL CONTRATTO NAZIONALE PER 500.000 ADDETTI
RECEPITO INTEGRALMENTE IL NUOVO MODELLO CONTRATTUALE
RAINERI (FISASCAT): “ORA NECESSARI INTERVENTI STRUTTURALI”


Roma 31 maggio 2011 – Dopo 17 mesi di trattativa le organizzazioni sindacali Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltrasporti Uil hanno siglato con Fise Confindustria, Lega Coop Servizi, Federlavoro –Confcooperative, Psl-Agci, Unionservizi-Confapi, l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale delle Imprese di Pulizia scaduto il 31 dicembre 2009, settore che occupa oltre 500mila addetti dei servizi di pulimento e dei servizi integrati/multiservizi prevalentemente gestiti in appalto.
L'intesa recepisce la riforma del modello contrattuale siglata il 22 gennaio del 2009 in ordine alla durata triennale, al rilancio del secondo livello di contrattazione ed agli aumenti economici definiti sulla base dell'indice Ipca.
Tra gli altri punti qualificanti dell'accordo il rafforzamento della sfera di applicazione contrattuale, che sarà estesa anche agli addetti dei global service, e l'introduzione dell'assistenza sanitaria integrativa dal 1° luglio 2013 con la costituzione di un apposito fondo al quale confluirà la quota obbligatoria a carico delle imprese pari a 4 euro per i lavoratori fino a 28 ore settimanali ed a 6 euro per coloro che superano le 28 ore di lavoro settimanale.
L'intesa rinforza anche il sistema della bilateralità prevedendo la costituzione degli enti bilaterali territoriali a cui confluirà il 70% delle risorse attraverso la contribuzione obbligatoria raccolta tramite la convenzione con l'Inps.
L'ipotesi di accordo definisce inoltre l'elemento economico di garanzia dell'effettivo decollo del secondo livello di contrattazione pari a 80€ al 2° livello. Tra le materie demandate a livello decentrato: azioni positive pari opportunità, orario e turnazione di lavoro, monitoraggio ore supplementari, modalità esplicative del regime di flessibilità, misure atte al miglioramento delle condizioni di lavoro.
Sulla parte economica definito l'aumento di 70 euro a regime al 2° livello che verrà erogato in quattro tranche con le seguenti modalità: 25€ dal 1/6/2011, 10€ dal 1/3/2012, 10€ dal 1/9/2012 ed 25€ - 1/4/2013.
A margine dell'ipotesi di accordo è stato sottoscritto l'avviso comune che sarà parte integrante del contratto nazionale nel quale vengono richiamate le tematiche sulle quali sarà avviato un tavolo ministeriale ad hoc per la definizione degli interventi a sostegno del settore.
“Questo accordo restituisce dignità ai lavoratori delle imprese di pulimento, dei servizi integrati e dei multiservizi“ ha dichiarato Giovanni Pirulli segretario nazionale della Fisascat Cisl. “Ancora una volta con l'applicazione del nuovo modello contrattuale si concretizzano nuove opportunità per i lavoratori – ha aggiunto Pierangelo Raineri segretario generale della categoria cislina – L'intero comparto necessita ora di interventi mirati a dare regole certe al settore”.
Le parti procederanno a richiedere un apposito incontro al ministro del Lavoro da svolgersi a breve per procedere in tale sede alla definizione degli interventi trilaterali a favore del settore ed ufficializzare l'ipotesi di accordo sottoscritta.


quest'articolo è stato letto 4299 volte

Cerca


NEWSLETTER
vuoi ricevere le nostre
NEWS?
inviaci la tua e-mail
premendo il tasto "accetto" si acconsente al trattamento dei dati così come previsto dall'art.13 della legge 196/03 in materia di Tutela dei dati personali








  

CISL - USR

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori - Unione Sindacale Regionale

via Santa Croce, 61 - 38100 Trento

P.I. 80016160220 - Tel. 0461215111 - Fax 0461237458

È vietata la riproduzione anche parziale dei testi, senza citare la fonte: www.cisltn.it Copyright © 2006

Le immagini sono dei rispettivi proprietari

INSERISCI LE NOSTRE NOTIZIE NEL TUO SITO

WEB-STYLE